SPEDIZIONE GRATUITA a partire da €19,99 Scopri di più

Aperisnack logo

Frutta secca o frutta disidratata quali sono le differenze?

frutta-secca-frutta-disidratata

Quando parliamo di frutta secca e frutta disidratata non stiamo parlando dello stesso prodotto. Queste due specialità, infatti, si contraddistinguono per valori nutrizionali e caratteristiche differenti.

Scopriamo allora che cos’è la frutta secca, che cos’è la frutta disidratata e quali sono le differenze tra questi due deliziosi prodotti, che spesso riempiono di gusto i nostri snack.

La frutta secca: che cos’è e quali sono le sue caratteristiche.

Quando parliamo di frutta secca ci riferiamo alla frutta a guscio, che viene anche denominata frutta oleaginosa. Il guscio ha il compito di proteggere il seme che è proprio il frutto di cui noi ci nutriamo.

Tra la frutta secca possiamo annoverare le noci, gli anacardi, i pistacchi, le mandorle, i pinoli e le nocciole oppure le noci Pecan o di Macadamia. L’offerta è abbastanza vasta e spazia tra le specialità nostrane a quelle più esotiche.

Inoltre, tra la frutta secca spesso vengono inserite le arachidi, ma queste ultime, in realtà fanno parte della famiglia dei legumi. 

La frutta secca si distingue per numerosi benefici, è ricca di grassi insaturi Omega-6 e Omega-3, vitamine del gruppo B, E ed A. Inoltre, è ricca anche di sali minerali come fosforo, magnesio, calcio, zinco e potassio. La frutta secca contiene sostanze che svolgono un’azione antiossidante e antinfiammatoria.

Frutta disidratata: come viene realizzata?

Quando parliamo di frutta disidratata ci riferiamo a frutta fresca come mele, albicocche, prugne, mango o ananas. Famosa è l’uva sultanina oppure lo sono i frutti rossi che si trovano in numerosi snack.

In questa frutta è stata tolta l’acqua, attraverso il processo di essiccazione, che rappresenta uno dei metodi più antichi del mondo di conservazione.

La frutta disidratata è una fonte di fibre, ma i valori nutrizionali cambiano in base al tipo di frutta. Per esempio, l’uva sultanina e le albicocche sono una buona fonte di potassio, mentre i frutti rossi hanno elevata concentrazione di antiossidanti.

Le differenze tra frutta secca e frutta disidratata

La frutta secca e la frutta disidratata sono facilmente trasportabili e quindi sono perfette da consumare per uno spuntino fuori casa.

La differenza principale tra questi alimenti è che la frutta disidratata viene lavorata in maniera tale da privarla in parte dell’acqua, ma in base al tipo di frutta può essere più o meno ricca di zuccheri.

Nella frutta secca, come per esempio le mandorle invece il quantitativo di grassi insaturi è superiore, rispetto ad alcuni frutti disidratati come le albicocche, ma allo stesso tempo hanno un contenuto proteico più elevato.

Come abbiamo visto dal punto di vista nutrizionale la frutta secca e la frutta disidratata sono diverse, ma possono essere consumate a colazione o per uno snack.

Aperisnack ti offre la possibilità di godere della frutta secca e della frutta disidratata nei Mix Mente Attiva e Mix Sport. Gustali fuori casa oppure a colazione per un’esplosione di gusto e preziosi nutrienti.

Condividi questo articolo!
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Lascia un commento

Carrello

0
image/svg+xml

Il tuo carrello è vuoto.

Vai ai prodotti
ferie