SPEDIZIONE GRATUITA a partire da €19,99 Scopri di più

Aperisnack logo

Pistacchi: valori nutrizionali e come mangiarli se sei a dieta

pistacchi-valori-nutrizionali

I pistacchi sono molto amati per il loro gusto a cui non si può resistere. In questo articolo approfondiremo i segreti di questi semi oleosi e di come integrarli nella propria dieta.

Che cosa sono i pistacchi e come vengono consumati?

Come abbiamo detto all’inizio i pistacchi sono semi oleosi che crescono su un albero con chioma alta e fitta. Questi ultimi appartengono alla famiglia botanica delle Anacardiaceae.

Il pistacchio ha una forma allungata che può essere anche schiacciata. Il loro consumo può avvenire assaporandoli al naturale, ma sono presenti in commercio anche nelle versioni tostate e salate.

È un ingrediente abbastanza versatile perché viene utilizzato per creare salse e condimenti salati, ma lo troviamo anche come ingrediente per aromatizzare preparazioni dolci come creme spalmabili, il gelato e altre tipologie di dessert.

I valori nutrizionali del pistacchio

Bisogna tener presente che i pistacchi hanno un elevato contenuto calorico, per cui devono essere introdotti nella dieta in maniera opportuna per goderne di tutti i benefici, soprattutto se si è a dieta. Sono sconsigliati, invece, per chi è obeso o in grave sovrappeso. In questi casi vanno consumati con moderazione e nei pasti principali della giornata.

I pistacchi hanno un alto contenuto lipidico (in particolare di Omega 6 e Omega 9) e così anche l’apporto energetico è elevato. Integrare i pistacchi nella dieta, quindi, potrebbe avere alcuni benefici.

In sintesi i pistacchi sono:

  •  poveri di zuccheri e di acqua;
  • contengono vitamine del gruppo B, vitamina K, vitamina PP, vitamina E;
  • non contengono colesterolo;
  • ricchi di fibre;
  • ricchi di sali minerali come fosforo, calcio, magnesio, potassio, manganese, rame, zinco e selenio.

Come introdurre i pistacchi nella dieta

Una volta chiariti quali sono i valori nutrizionali dei pistacchi non resta che introdurli nella nostra dieta.

In particolare, i pistacchi possono essere introdotti in qualsiasi regime alimentare, anche vegano e vegetariano. Il loro consumo è raccomandato all’interno dei pasti principali.

In caso non ci siano problemi di peso, i pistacchi, essendo ricchi di grassi Omega 6 e Omega 9, aiutano a contrastare l’ipercolesterolemia. Inoltre, proprio perché ricchi di fibre alimentari e antiossidanti possono essere integrati in un piano dietetico per la normalizzazione della trigliceridemia.

La presenza di fibre alimentari, in più, può indurre precocemente allo stimolo della sazietà, nonché può aiutare a normalizzare il transito intestinale.

I benefici del pistacchio e perché vanno introdotti nella dieta

Da quanto finora abbiamo visto il pistacchio è un cibo che può essere introdotto nella dieta e va consumato con moderazione, per non sovvertirne i benefici. 

In particolare, come per la frutta secca, si può consumare una porzione da 30g al giorno. 

Ai pistacchi viene riconosciuta un’azione antinfiammatoria, proprio grazie alla presenza di proantocianidine e acidi grassi, questi ultimi svolgono un’azione in grado di ridurre sia l’infiammazione che lo stress ossidativo.

I fitosteroli presenti nei pistacchi riducono la produzione di colesterolo endogena migliorando anche la salute dei vasi sanguigni.

La vitamina E è conosciuta anche come la vitamina della giovinezza è presente nel nostro oro verde, e concorre nel benessere di pelle, capelli e denti.

Scopri i gustosi pistacchi Aperisnack e arricchisci di sapore la colazione, le tue insalate oppure regalati un break delizioso durante la giornata. 

Condividi questo articolo!
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
Lascia un commento

Carrello

0
image/svg+xml

Il tuo carrello è vuoto.

Vai ai prodotti
Il nostro centro assistenza è a tua completa disposizione!
ferie